Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

Veloci come il vento. Fermi come la foresta. Temibili come il fuoco. Immobili come la montagna. (Takeda Shigen) Leggi ... »

 

Maestro Roberto Granati

Maestro Roberto GranatiIl Maestro Roberto Granati ha iniziato lo studio delle arti marziali da ragazzo con il judo, avvicinandosi poi anche al Karate. Dal 1992 si è dedicato senza sosta alla pratica del Daito Ryu Aiki-JuJutsu, antica scuola di jujitsu tra le più rinomate, che lo ha visto impegnato nel ruolo di docente a partire dal 1999. Dal 2001 ha legato la propria crescita marziale con l’Ingegner Luigi Carniel di Neuchâtel (CH), tra i più esperti e rinomati docenti e ricercatori di arti marziali del mondo e per 25 anni allievo in Giappone dei migliori Maestri nipponici. Sotto la sua guida continua lo studio del Daito Ryu AikiJuJutsu e inizia anche quello del Gyokushin Ryu JuJutsu e del Katori Shinto Ryu (armi tradizionali) dei quali diventa con il tempo insegnante. Si reca inoltre con il suo Maestro in Giappone presso le sedi centrali delle scuole da quest’ultimo dirette.
        Per anni ha ripetutamente proseguito ad integrare le proprie conoscenze con altre discipline al fine di avere una migliore comprensione delle meccaniche dell’arte marziale e della difesa personale. Ha studiato a lungo altre scuole di JuJitsu come l’Hontai Yoshin Ryu JuJutsu, l’Aikido, il Jeet Kune Do, il Kali Filippino. Ha svolto diversi corsi specifici per Forze dell’Ordine, tra cui, nel 2004, uno per il corpo della Polizia Municipale di Verona. Nel 2010 è stato richiamato in servizio con il grado di Sottotenente dell’Esercito Italiano come “Ufficiale della Riserva” presso il Reparto Comando del COMFOTER di Verona. Durante tale periodo di richiamo, in virtù della sua specializzazione e delle precedenti esperienze maturate durante il servizio regolare come Ufficiale dell’Esercito Italiano, gli è stato affidato il compito di dirigere i corsi di aggiornamento nelle tecniche di arti marziali per i militari impegnati nell’operazione “Strade Sicure” del Raggruppamento “Verona”.
        Nel marzo 2012 ha avviato il programma per la creazione di un dojo di jujitsu in seno al 186° Reggimento Paracadutisti “Folgore” di Siena, che prevede la progressiva formazione in loco, in periodici appuntamenti formativi, di un gruppo di Istruttori volontari tra i Militari in forza al Reparto. A settembre 2012 a seguito di un richiamo in servizio presso il Reggimento di Siena con incarico di Ufficiale addetto all’addestramento, riesce a ottimizzare l’addestramento del Personale coinvolto nel progetto. Attualmente continua l’addestramento, mensilmente a Siena con lezioni intensive riuscendo nel settembre 2014 a graduare, davanti ad una commissione tecnica internazionale, i primi Paracadutisti al grado cinture nera/allenatori.
        Insegna attivamente e professionalmente in varie palestre veronesi gestendo 8 differenti corsi di arti marziali e difesa personale e collabora con alcuni istituti scolastici come “Le Stimate” e l’istituto “Aleardo Aleardi” di Verona dirigendo corsi per gli alunni e gli studenti. Per conto della Centrale Europea della Scuola (Koryu Budo Seifukai), è coordinatore italiano dei diversi dojo (centri di studio) della Penisola, oltre a ricoprire l’incarico di supervisore dei corsi in Spagna. Il Maestro Granati è 4° Dan di Daito Ryu AikiJuJutsu e 3° Dan di Katori Shinto Ryu, gradi internazionali riconosciuti dalle Scuole centrali giapponesi e riconosciuti in Italia dalla FIJLKAM, Federazione del CONI, del quale il Maestro Granati è titolato docente e dall’ACSI.
        All’attività didattica il Maestro Granati affianca quella di ricerca storica sul Giappone feudale e le sue tradizioni militari, materia nella quale si è laureato con lode presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia nel 2006. Ha in seguito trattato tale argomento su articoli e libri, tra i quali è opportuno citare “Storia dei Samurai e del bujutsu. Nascita ed evoluzione dei bushi e delle loro arti nel Giappone feudale” edito dalla Robin edizioni di Roma.