Chi Siamo

L’associazione


bushi associazione sportiva dilettantisticaIl Budo.

Con questo termine anticamente si identificava un preciso aspetto del mondo delle arti marziali, ossia quello della tradizione combattiva nipponica legata indissolubilmente alla figura dei samurai. Il Bushi, oltre a identificare il massimo raggiungimento di perfezione come combattente fino all’avvento dell’era contemporanea, ha rappresentato per quasi mille anni in Giappone l’elite sociale. In questo senso l’insieme delle discipline marziali, conosciuto anche come “bugei” oltre ad elevarsi a una grandissima efficacia pratica, si arricchì nel corso dei secoli di una raffinatissima filosofia.

Con il termine Budo vogliamo quindi comprendere tutti gli aspetti poliedrici di questa eredità del passato.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Taki no Kan, nata a Verona tra il 1999 e il 2000, è stata quindi fondata per consentire ai propri soci di studiare, preservare e divulgare la tradizione marziale del Paese del Sol Levante. Con umiltà, l’associazione cerca di ispirarsi, in questo lavoro tecnico e didattico, alle grandi scuole tradizionali del periodo Edo e successive alla riforma Meiji, come l’istituto Nishinkan del clan Aizu, lo Yoseikan di Shizuoka di Mochizuki Minoru Sensei o l’Accademie Neuchateloise des Arts Martiaux Japonaise di Neuchatel (CH) di Luigi Carniel Sensei.

Oggi la Taki no Kan continua a svolgere l’attività didattica in merito alle ko ryu (antiche scuole) giapponesi con le discipline del Daito Ryu Aikijujutsu, del Gyoku Shin Ryu jujutsu e del Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu, ma, per espresso desiderio del riferimento tecnico dell’associazione, Carniel Sensei, da alcuni anni svolge un lavoro di ricerca storica della tradizione bushi.

Lo scopo della Taki no Kan è infatti quello di sdoganare l’immagine delle arti marziali in occidente, troppo spesso legate a immagini negative di brutali discipline, a causa talvolta di docenti privi di basi culturali solide. L’obiettivo ambizioso è quindi quello di riproporre l’originalità del messaggio del Budo, cercando di conservarne intatto il patrimonio filosofico e tecnico tramandatoci, evitando il rischio di snaturanti mix moderni che purtroppo sono diventati di moda nelle nostre realtà. Una forma culturale quindi, prima ancora che tecnica, estremamente avanzata e raffinata, meritevole di stare al pari con le altre bellissime tradizioni artistiche a noi giunte da questa splendida civiltà del passato.

Ispirati dall’insegnamento trasmessoci da Mochizuki Minoru Sensei secondo il tradizionale “Jita Kyo Ei”, cerchiamo di ritrasmettere quello che a nostra volta abbiamo ricevuto e che riteniamo possa aiutare nella crescita interiore di una persona.

L’organizzazione della Seifukai Daito Ryu Aikijujutsu in Italia

Per volontà di Carniel Sensei, riferimento tecnico unico per tutte le scuole italiane della Koryu Budo Seifukai, organizzazione internazionale per la preservazione d divulgazione del Budo tradizionale della quale la nostra associazione fa attivamente parte, la Taki no Kan svolge un compito di coordinamento didattico con le altre realtà, come società o dojo singoli nel nostro paese, che portano avanti lo studio delle scuole Daito Ryu Aikijujutsu Seifukai, Katori Shinto Ryu e Gyokushin Ryu jujitsu:
Verona, Castel d’Azzano, Bergamo, Ferrara, Venezia-Mestre, Siena, Bologna e Follonica.